Scheda dell'autore

Mario Filippo Pini

Laureato in Scienze politiche all’Università di Pisa con una tesi sulla Cina, ha successivamente conseguito un master in studi orientali all’Università di Harvard. Unico diplomatico italiano a essere entrato in carriera dopo aver sostenuto un esame scritto di lingua cinese, tra il 1970 al 2006 ha prestato servizio in area Cina quattro volte, due a Pechino, una a Taibei e una a Shanghai, per un totale di 16 anni, ed è stato ambasciatore in Bangladesh. È tornato per due anni accademici (1993-94 e 2009-10) all’Università di Harvard come studioso residente, e ha mantenuto un rapporto di collaborazione con quella università. Ha pubblicato saggi sui rapporti tra l’Italia e la Cina come L’azione diplomatica dell’Italia per l’ammissione all’Onu e il fattore Cina, e Perché l’Italia non riconobbe la Cina di Mao, pubblicati da Nuova storia contemporanea. Attualmente insegna all’Università di Roma "La Sapienza", e divide il suo tempo tra Roma, Taibei e Cambridge (Mass.).